Spedizione Uganda – Congo

  • Destinazione: , ,
  • Durata: 18 giorni
  • Partenza: 10/11/2019
  • Arrivo: 27/11/2019

KARAMOJA, VULCANO NYIRAGONGO, PARCO VIRUNGA:
l’ultimo rifugio dei gorilla di montagna
Partenza garantita con minimo 10 partecipanti
Quota in fase di definizione
Tasse aeroportuali, visti, permesso Gorilla (euro 350.00), Park Fees (euro 470.00) non inclusi

Siamo in Karamoja, la terra dei pastori Karimojong suddivisi in clan tra i quali spiccano i Matheniko, i Bokora e i Pian e altri gruppi minori come gli Ngitomei, gli Ngimosingo, gli Ngipei, gli Ngimuno, gli Ngikaaleeso, gli Ngikosowa, gli Ngimogwos. Tutti hanno origini nilotico-sahariani e si dedicano ad attività prevalentemente basate sull’allevamento. Sono un popolo transumante o semi-nomade. Mentre l’abitazione del clan rimane fissa, i pastori seguono le greggi in cerca di pascoli e costruiscono campi provvisori. Viste le condizioni semi-desertiche di gran parte della regione, i karimojong devono spesso cercare pascoli ai limiti del loro territorio e si scontrano con altri popoli pastori che vivono lo stesso sistema. Tutta la vita dei Karimojong ruota intorno alle vacche. Questo popolo è spesso in conflitto con i popoli vicini a causa dell’invalsa pratica di razziarne il bestiame. Nel territorio karimojong sicuramente il gruppo Turkana è il principale induttore di questo fenomeno, che poi coinvolge tutti i gruppi del territorio. I Turkana sono bene armati e, pertanto, quando le frequenti carestie colpiscono il loro territorio, essi guardano al Karamoja come ricco territorio da razziare. Alti, scuri, i fisici atletici, come gli altri popoli nilotici anche i karimojong attribuiscono grande importanza alla cura del corpo, attività in cui si esprime il loro senso estetico. La famiglia è composta da un uomo anziano con tutte le sue mogli, i figli, le nuore e le figlie nubili, abita in piccoli villaggi semi-permanenti di capanne circolari, ciascun villaggio prende il nome dal capo-famiglia. Entreremo in contatto con i clan Karimojong! Siamo nella nell’Africa sconosciuta e selvaggia dell’Equatore! E qui, in uno degli ultimi santuari rimasti, il Virunga National Park incontreremo uno dei primati d’eccezione, il gorilla di montagna! Un’emozione unica! Siamo nel Congo meridionale, nel Parco Nazionale Virunga, uno degli ultimi santuari dove si avrà il privilegio di un incontro ravvicinato con il gorilla di montagna, qui sei sono le famiglie di gorilla che si possono visitare. Riuniti in famiglie, guidati da un possente maschio anziano dal dorso argenteo; curiosi e allegri, accettano di essere avvicinati se in compagnia dei rangers che riconoscono amici… Urla, boccacce, parodie di assalto sono solo un modo per ricordarci che siamo “ospiti”. Questa bella spedizione non può non includere l’ascesa al Nyiragongo, uno dei vulcani più attivi e famosi del continente africano che si trova all’interno del Parco Nazionale Virunga.
“Si sale in una giornata, si passa la notte sul bordo del cratere e il giorno successivo si torna alla base. È il tempo massimo consentito dal permesso che si ottiene dall’amministrazione del parco, ma il tutto è ricompensato da uno dei panorami più spettacolari che esistano. Il lago di lava nel cratere del vulcano è uguale a quello che si poteva vedere nei libri quando eravamo piccoli. Il rosso della lava incandescente, le bolle che esplodono e sputano fuoco. Si ha la sensazione di essere tornati indietro di milioni di anni”. Così l’ha descritto il co-fondatore di Lonely Planet, che l’ha inserito nella top five dei trekking mondiali!

Note importanti:

Il permesso gorilla non è compreso nella quota di partecipazione ed è indicato come supplemento. Il permesso deve essere prenotato e saldato al momento dell’iscrizione ed è nominale e non rimborsabile.

Età minima di ammissione 15 anni.
Le sistemazioni sono state pensate in modo da poter offrire il massimo in termini di itinerario, sono di buon livello e sono da intendersi in camere in muratura e/o in
tende fisse. Tutti garantiscono elettricità ma i generatori vengono spesso spenti di notte. I lodges hanno valore indicativo e potranno essere sostituiti con altri di pari livello. In Karamoja le sistemazioni sono basic.  Tutti o quasi tutti pranzi a pic nic (lunch box) per sfruttare al massimo le giornate. L’itinerario viene effettuato con mezzi 4X4 chiusi con tettuccio apribile e per ogni
passeggero è previsto un posto finestrino mentre i trasferimenti e le visite di Kampala/Entebbe/Goma potrebbero essere in minibus. L’itinerario si svolgerà su strade asfaltate e su piste sterrate le cui condizioni non sono sempre buone; difficile quindi prevedere esattamente i tempi di percorrenza e anche il chilometraggio esatto.  Il bagaglio deve tassativamente essere costituito da sacche morbide di max 15-20 kg in totale.  Considerando il tipo di viaggio e la destinazione è necessario armarsi di una buona pazienza e flessibilità, vivendo ogni momento come un’occasione per conoscere l’Africa!

Indietro
[highlight]Seguici sui Social[/highlight]