Non si puo’ dire di essere stati in Perù se non si è bevuto almeno un Pisco!


Il Pisco è la bevanda nazionale Peruviana, una sorte di acquavite.
Narra la leggenda che l’uva dal quale deriva fosse già coltivata al tempo degli Inca.
Più verosimilmente fu importata dagli spagnoli, ma a noi piace pensare che anche gli Inca godessero di tale piacere!


Ha una gradazione alcolica che va dal 40 al 50 per cento, viene bevuto liscio o mescolato a varie bevande, compresa la Coca Cola
Il cocktail più diffuso però è il Pisco Sour, e viene spesso servito come cocktail di benvenuto ed addirittura come aperitivo!


E se un viaggio in Perù non è nei vostri programmi a breve, vi diamo noi la ricetta per preparare un Pisco Sour alla peruviana!


Prendete del Pisco, un paio di cubetti di ghiaccio, del succo di lime o di limone, mezzo cucchiaio di zucchero, albume. Shekerate il tutto o, meglio ancora, frullate.
Versate nel bicchiere e guarnite con due gocce d’angostura. Non vi resta che bere. Alla Salute!


Il Pisco è davvero una bevanda ‘storica’.


Pensate che Rudyard Kipling scrisse nel 1889, in ‘From Sea to Sea’
Pisco is the highest and noblest product of the age. I have a theory that is compounded of the shavings of cherub’s wings, the glory of a tropical dawn, the red clouds of sunset and the fragments of lost epics by dead masters


Ovvero:
Il Pisco è il prodotto migliore e più nobile dell’epoca. Ho una teoria a riguardo..è composto da trucioli di ali cherubino, dalla gloria di un’alba tropicale, dalle nuvole rosse del tramonto e dai frammenti di poemi epici perduti di maestri scomparsi.


Come contraddirlo?


Silvia Testa- Il Viaggiosauro

Condividi:
Share
Indietro
[highlight]Seguici sui Social[/highlight]